La prima passeggiata con il neonato – come prepararsi?

La prima passeggiata con il neonato – come prepararsi?

La prima passeggiata con il neonato suscita sempre molte emozioni, non solo tra i neogenitori. Un neonato è piccolissimo, fragile e vulnerabile, quindi come può essere esposto al calore o al gelo? Come vestire un neonato per una passeggiata per non surriscaldarlo? O forse sarebbe meglio rinunciare alle prime passeggiate quando fuori è molto freddo? In questo articolo spieghiamo qual è il momento migliore per fare una passeggiata con il neonato e quanto tempo deve trascorrere dal parto. I nostri consigli utili garantiranno sicurezza e tranquillità ai genitori e – forniranno al piccolo la dose necessaria di ossigeno. Benvenuti!

Quando uscire per la prima passeggiata con un neonato?

Non sorprenderà nessuno scoprire che molto dipende dal meteo, ma anche… dalle condizioni della mamma e del bambino dopo il parto. Se il piccoletto è nato prematuro, chiedi consiglio all’ostetrica sul momento opportuno per fare la vostra prima passeggiata. In condizioni favorevoli, è possibile che possiate uscire subito, ovvero, durante la prima settimana di vita del bambino – oppure è possibile che sia necessario aspettare circa due settimane. La mamma dovrebbe uscire solo se e quando se la sente. Al suo posto, potrebbero uscire il papà o i famigliari.

Ricorda sempre di vestire il bambino in base alle condizioni metereologiche. Preferibilmente con uno strato in più, a meno che non faccia troppo caldo, o viceversa – che faccia così freddo da dover coprire di più il piccoletto.

Le prime passeggiate non dovrebbero durare più di 10-15 minuti.

L’uomo guida il passeggino, accanto cammina la bambina. Si aggrappa al passeggino, sono entrambi felici, è estate

Passeggiate estive

Quando, in estate, fa molto caldo, cerca di andare a passeggio la mattina entro le ore 10. Potrai anche uscire la sera dopo le ore 16. Dovresti assolutamente evitare l’intervallo tra le ore 12 e le ore 14, perché è il momento più caldo della giornata e il forte calore potrebbe causare ustioni o ictus – sia al bambino che alla mamma.

Proteggi sempre il piccoletto dal sole – apri la cappottina del passeggino e prima di uscire usa una crema solare delicata. Non coprire mai la cappottina con una copertina: la temperatura all’interno della navicella aumenterebbe molto rapidamente! Opta invece per un ombrellino parasole fissato al telaio del passeggino, perché farà ombra e, in più assicurerà il corretto flusso d’aria.

Se le prime passeggiate del piccoletto si svolgeranno in estate, vale la pena acquistare un passeggino provvisto di pannelli di ventilazione speciali. I pannelli aggiuntivi posti sulla struttura della navicella e della cappottina permetteranno di mantenere la temperatura ottimale all’interno del passeggino, senza che sia necessario acquistare un ombrellino parasole – basta aprire la cappottina e spostare il telo che copre le parti poste ai lati, provviste di tessuto in rete.

Ricorda anche di procurarti un cappellino leggero. Se il piccoletto ha fame, dovrai prenderlo in braccio e dargli da mangiare. Quindi un cappellino leggero ti tornerà utile per proteggere la testa delicata del bambino.

È inverno, la mamma si china verso il bambino sdraiato nel passeggino. C’è molta neve, tutti indossano le giacche

Passeggiate invernali

In inverno, è necessario prestare molta attenzione alle temperature. Non uscire se il termometro segna -5°C e tira vento. Non passeggiare se la temperatura è al di sotto di questa soglia, anche se c’è il sole. In inverno, il bel tempo può essere ingannevole: il rischio di prendere un bel raffreddore è alto, non solo per te, ma anche per tuo figlio.

Quando farà più caldo, tranquillamente potrete uscire per fare la vostra passeggiata. Tieni presente che il bambino sdraiato nella navicella sta fermo e non si muove come te – quindi vestilo con uno strato in più rispetto a quello che indossi normalmente. Saranno utili un body a maniche lunghe, un paio di pantaloncini, i calzini (preferibilmente due paia), un maglioncino, una tuta spessa e una giacca pesante (se la tuta non è intera). Coprilo anche con una coperta calda e non dimenticare un cappellino che proteggerà le orecchie del tuo piccoletto.

E se ci fossero lunghe gelate in arrivo? È bene lasciare perdere le passeggiate? Sì, ma opta per passare un po’ di tempo sul balcone o sulla terrazza e, in alternativa vicino a una finestra aperta. Quindi vesti il bambino, mettilo sul passeggino e lascialo all’aperto per 10-15 minuti. In questo modo, il bambino sarà protetto dal gelo, ma nello stesso tempo rafforzerà il sistema immunitario del corpo a contatto con l’aria fresca e gelida sin dalla tenera età.

Passeggiate in primavera e in autunno

In questo caso, il grosso problema non sono le temperature, ma le condizioni meteorologiche. Le frequenti forti piogge e il vento possono scoraggiarti, ovviamente se c’è molto vento o piove forte, lascia perdere la passeggiata. Piuttosto, cerca di uscire quando pioviggina – se il passeggino non dispone di un rivestimento impermeabile, usa un telo antipioggia. Puoi acquistarlo separatamente se non è incluso nel kit del passeggino.

Acquistare un passeggino provvisto di rivestimento impermeabile è un’ottima idea. Così, non dovrai utilizzare il telo antipioggia all’arrivo della pioggerella. Vesti il bambino in base alle condizioni metereologiche. Devi valutare da sola se è opportuno indossare uno strato in più o in meno. Il tempo in queste stagioni può essere molto variabile – in primavera può fare freddo e in autunno la temperatura può superare i 15°C. Pertanto, prima di uscire, apri la finestra e controlla la temperatura esterna e le condizioni meteo. C’è veramente vento forte? O forse fa molto più caldo perché c’è il sole?

Mamma e papà ridono. È primavera, papà tiene in braccio suo figlio, accanto c’è il passeggino ALLROAD di Kinderkraft.

Passeggiate insieme al neonato

Passeggiare con un neonato provoca molta ansia non solo per via delle condizioni meteorologiche, ma anche per la reazione del bambino. E se il piccoletto piange? E se non dovessi riuscire a calmarlo? I neogenitori si pongono spesso queste domande. Calmatevi – i bambini piccoli dormono molto all’inizio, quindi il rischio che si sveglino e che facciano capricci durante la vostra passeggiata è minimo.

Per il vostro conforto psicologico, tuttavia, vi consigliamo di passeggiare nelle vicinanze dell’abitazione. Potrai sempre tornare a casa se non te la senti. All’inizio prova ad uscire per 10-15 minuti e, quando ti sentirai più sicura, cerca di rimanere fuori più a lungo e di andare più lontano. Ricorda che se il genitore è calmo durante la passeggiata allora lo è anche il bambino :)

Recensioni(0)

Il tuo commento:

Questo modulo è protetto da reCAPTCHA - si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.